Vini premiati - Ultime notizie vino - Rassegna stampa - FORESTI SRL
1815
page-template,page-template-blog-large-image,page-template-blog-large-image-php,page,page-id-1815,bridge-core-1.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Sono da poco uscite le anteprime dei Tre Bicchieri Gambero Rosso 2020 dove, ancora per una volta, sono stati premiati numerosi vini delle aziende rappresentate dalla Foresti. Un grande orgoglio essere ancora per l'anno che verrà ai vertici della produzione vitivinicola italiana con ben 7 etichette capaci di delineare perfettamente i contorni dell'eccellenza assoluta. Parliamo di diverse regioni, dalla Puglia che ormai non è più una scoperta con i soli Paolo Leo e Polvanera all'Alto Adige con il sempre presente tra i 3 Bicchieri Lagrein Riserva Taber della Cantina di Bolzano. Come non evidenziare il successo, l'ennesimo, del Vermentino Etichetta Nera di Lunae o ancora la riconferma dell' Orgiolo di Lorenzo Marotti Campi, il primo ad aver portato nel mondo dei pluripremiati un Lacrima di Morro d'Alba? E poi c'è anche la Sicilia con i suoi arcipelaghi; c'è l'Etna Rosso Riserva Monte Gorna di Nicosia e il Malvasia delle Lipari Passito di Antonino Caravaglio. Insomma da nord a sud ce n'è per tutti i gusti e per tutte le esigenze. Per conoscere da vicino questi vini e tutti gli altri premiati e riconosciuti non solo dalla Guida del Gambero Rosso ma anche dalle altre importantissime e autorevoli edizioni potete contattarci e richiedere la consulenza di un nostro esperto. Tutti i Tre Bicchieri Gambero Rosso 2020 Malvasia delle Lipari Passito doc - Antonino Caravaglio Etna Rosso Riserva Monte Gorna doc - Nicosia Lagrein Riserva Taber doc - Cantina di Bolzano Vermentino Etichetta Nera doc - Lunae Bosoni Primitivo Gioia del Colle 17 doc - Polvanera Negroamaro Taccorosso Igt - Paolo Leo Lacrima di Morro d'Alba Orgiolo doc - Marotti Campi...

Presentato da pochi giorni, il Catalogo Foresti è già molto consultato e apprezzato per i suoi contenuti e per la sua veste grafica, elegante e moderna, al passo con i tempi e con l'esigenza di raccontare visivamente il mondo Foresti e i suoi vini selezionati, senza tralasciare la sezione dei liquori e distillati, anch'essa di netta prevalenza fotografica. Il progetto rappresenta la volontà di continuare a supportare il cliente con strumenti brandizzati utili al lavoro quotidiano. Dopo il tappo verso e il grembiule black bistrot abbiamo dato vita a questo nuovo catalogo, che non vuole solo essere un tassello in più in ambito merchandising ma intende divenire una guida precisa ed esaustiva dove poter consultare aziende e prodotti con estrema facilità. All'interno, oltre alla presentazione della nostra azienda, troverete le schede di ciascun produttore abbinate ad una foto rappresentativa. In ogni pagina le schede dei vini prodotti suddivisi per tipologia, ciascuna rappresentata da colori differenti (blu per vini spumanti, verde per i bianchi, viola per i rosati, rosso per i rossi e arancione per i vini dolci), al termine dei quali è presente la carrellata di liquori e distillati selezionati da noi proposti. Consultare il Catalogo Foresti è facile; solo sfogliandolo si ha l'opportunità di capire in modo intuitivo cosa è possibile trovare all'interno di ciascuna pagina....

Come ben saprete il VINITALY 2019 è ormai alle porte. Il Salone Internazionale di Vini e Distillati, la più importante rassegna enologica del mondo,  aprirà i battenti domenica al consueto complesso fieristico di Verona. Dal 7 al 10 aprile le aziende vitivinicole incontreranno nei padiglioni di Veronafiere gli addetti del settore, clienti, estimatori, stampa nazionale e internazionale per una full immersion di quattro giorni nel mondo del vino. Tra tutti gli espositori saranno presenti anche le aziende Foresti. Di seguito troverete l’elenco di tutti i nostri stand, dove potrete degustare e conoscere da vicino ogni prodotto che vi interessa, fare due chiacchiere con i nostri colleghi e amici produttori nonché scegliere i vini più appropriati per le vostre esigenze. Per ogni informazione non esitate a contattarci via email a selezioni@foresti.com Buon Vinitaly a tutti!...

Ecco a voi Ca' Bianche, vini di Valtellina e di tradizione, una new entry fortemente voluta e arrivata dopo una ricerca sfiancante della vera qualità e del vero territorio. Quando ormai, dopo anni, pensavamo di non dover proporre alcun vino che rappresentasse la Valtellina vitivinicola, ecco che le soffiate dei nostri talent scout ci hanno portato sopra il paese di Tirano, dove un giovane Davide Bana, ereditando la passione per la terra dal nonno, ha iniziato nel 2007 l'attività di coltivazione della vite in una zona davvero impervia. Chapeau! Due ettari di vigneti coltivati a Nebbiolo per dare vita per il momento a due creature, due vere rappresentazioni della Valtellina e non come sempre più spesso capita a delle etichette che parlano di vino valtellinese ma che in realtà di valtellinese non hanno nulla. Abbiamo deciso di dire un forte no a quelle realtà che producono migliaia di bottiglie in terreni che, spremendoli a dovere, non potrebbero portare nemmeno alla metà delle bottiglie che escono invece sul mercato. Abbiamo invece detto sì a Davide e al suo modo di lavorare la terra e di fare vino. Le sue produzioni: Valtellina Superiore docg La Tena Affinato in botti e bottiglia viene commercializzato 3 anni dopo il raccolto. Un vino che nasce a 700 metri a due chilometri sopra Tirano sulla sponda retica. La produzione è di circa 6000 bottiglie. Sforzato di Valtellina docg Faset Prodotto da uve nebbiolo appassite e invecchiato per più di 10 anni, il vino Sforzato rappresenta la massima espressione dell'azienda Ca' Bianche. La produzione è di sole 2000 bottiglie circa. Da oggi potrete assaggiare queste due nuove grandi proposte solo ed esclusivamente contattando la Foresti srl a selezioni@foresti.com oppure attraverso il nostro nr di telefono....

Il Barolo Riserva Ginestra Cascina Chicco ottiene questo importante riconoscimento, annata 2011, riuscendo a spiccare per bellezza, armonia e gusto del proprio prodotto tra le vette delle eccellenze vinicole italiane. Da tempo il Barolo è riconosciuto l’apice della vinificazione della nostra Penisola pertanto i Tre Bicchieri conferiti alla creatura nata dalla passione e dall’impegno dell’azienda Chicco certificano un livello ancora più esclusivo di qualità. Questo grazie alla considerevole bontà del lavoro, dell’attenzione e della vocazione dell’azienda Cascina Chicco che ci permette di portare sulle nostre tavole un prodotto straordinario, ottenuto dopo un percorso molto laborioso, attento e prolungato. Barolo Ginestra Riserva 2011 docg: caratteristiche e note gustative di questo vino Il Barolo Riserva Ginestra 2011 docg è vinificato da vitigno Nebbiolo, in località Ginestra, comune di Monforte d’Alba, in Piemonte. Il vigneto sorge su di un terreno argilloso-calcareo esposto a sud-ovest, ovest. La resa del vitigno non supera il chilogrammo, poiché viene sottoposto a due diradamenti – uno all’inizio, uno alla fine di agosto – al fine di aumentarne la qualità. La vendemmia viene effettuata manualmente da personale esperto. Dopo la pigiatura il vino viene sottoposto a vari passaggi: fermentazione alcolica per 15 giorni in piccole vasche di acciaio, macerazione per 40-45 giorni; dopodiché il Barolo Riserva Ginestra DOCG passa a riposare in botti di rovere per almeno 40 mesi ed infine ad affinarsi in acciaio e dopo in bottiglia. Il processo è alquanto strutturato e il vino arriva a compimento sette anni dopo la vendemmia. Il risultato di questa sottile lavorazione è un vino estremamente elegante e piacevolissimo sia al gusto che all’olfatto, quasi interminabilmente persistente, che si adatta con facilità a diverse pietanze, su tutte i grandi primi piatti e le carni rosse sapide, piemontesi e toscane in particolare....

Una grande notizia ci ha da poco raggiunti: l'Orgiolo Marotti Campi, annata 2016, è il primo Lacrima di Morro d'Alba a ricevere il prestigioso premio dei Tre Bicchieri del Gambero Rosso. Questo significa per l'azienda marchigiana capitanata da Lorenzo Marotti Campi un passo nella storia perché mai nessuno prima aveva ottenuto un traguardo così importante con questa piccola denominazione che negli anni ha visto investimenti sempre più costanti e nuovi interpreti pronti a scommetterci sopra. Ed è proprio in questo senso che è nata questa intuizione chiamata Orgiolo che riesce a coniugare complessità al tipico tratto aromatico del vitigno. E c'è da dire anche che per l'azienda anconetana non è la prima volta nel mondo dei Tre Bicchieri, anzi; questo nuovo obiettivo arriva dopo essere saliti alla ribalta nazionale con il Verdicchio Classico Riserva doc Salmariano, già pluripremiato dalla Guida del Gambero Rosso. Lacrima di Morro d'Alba Superiore Orgiolo: caratteristiche e note gustative di questo vino Il Lacrima di Morro d'Alba Superiore doc Orgiolo è un vino prodotto nel comune stesso di Morro, ad un'altitudine di poco inferiore ai 200 mt slm, in un terreno misto tendente all'argilloso. La vendemmia delle uve viene effettuata a mano attraverso l'ausilio di piccole cassette di legno verso la fine di settembre. La pressatura è soffice, la macerazione a contatto con le bucce dura circa due settimane e la fermentazione avviene in vasche di acciaio inox a una temperatura controllata di 18°. L'Orgiolo sosta un anno in piccole botti di rovere prima di completare l'affinamento in bottiglia per altri sei mesi. Di colore rosso rubino intenso con riflessi violacei, ha caratteristici profumi di rosa, mora, pepe rosa e bacche di ginepro con un tocco di spezie orientali. Al palato è fruttato e speziato, con tannini morbidi e persistente e con un finale pulito. L'accompagnamento ideale di questo Lacrima di Morro d'Alba Superiore doc di Marotti Campi sono i primi piatti elaborati, il petto d’anatra al forno e all'aceto balsamico e...