Primitivo 16 Polvanera: una new entry
nel mondo dei Tre Bicchieri

Il Primitivo 16 Polvanera è Tre Bicchieri per l’anno 2019, così è stato decretato dalla conosciutissima guida del Gambero Rosso. L’azienda Polvanera di Gioia del Colle non è nuova a questo prestigioso traguardo avendo infatti negli anni precedenti centrato l’obiettivo con il fratello maggiore Primitivo 17, un altro top player di grande stile.
Una new entry che quindi non è che il prosieguo di un lavoro di grande qualità svolto da Filippo Cassano in primis e da tutti i suoi collaboratori, in una regione, in una zona, che grazie alla loro attività, si è vista accrescere sempre maggiormente la propria importanza nel panorama vitivinicolo italiano ma anche mondiale.

Tre Bicchieri Primitivo 16 Polvanera

Primitivo 16 Polvanera: caratteristiche
e note gustative di questo vino

Il Primitivo 16 Gioia del Colle doc di Polvanera è un vino intenso e ricco, vinificato in rosso e affinato in acciaio. I suoi profumi sono profondi e complessi di frutta nera, mirto e scorza di agrumi. Il suo gusto è potente, strutturato e vigoroso, con un equilibrio sorprendente. Questo vino proviene da una rigida selezioni dei grappoli dei vigneti più vocati, tutti di proprietà dell’azienda. Il Primitivo 16 nasce da un appezzamento di 8.000 viti per ettaro di vecchi alberelli. La Vigna San Benedetto ha un terreno rosso ferroso con uno strato di calcare sottostante, il tutto coltivato in biologico, regime su cui si basa l’intera produzione dell’azienda Polvanera. La raccolta manuale delle uve avviene in cassetta nella prima settimana di settembre. La macerazione di circa 4 settimane è seguita da una fermentazione In serbatoi di acciaio inox per altre 4 settimane ad una temperatura di 25°C. L’affinamento dura due anni in erbatoi di acciaio inox e un anno in bottiglia, prima della messa sul mercato.
Questo vino può essere adatto per tutto il pasto; si abbina ad arrosti e ragù di carne, brasati, selvaggina e formaggi stagionati.